Fisiatria

E’ la branca della medicina che si occupa del recupero delle principali funzioni motorie che il paziente può aver perso, con incidenza diversa, in seguito a un intervento, trauma o patologia. Si tratta soprattutto di malattie che comportano una limitazione dell’attività e una restrizione della partecipazione alla vita attiva, attraverso la riduzione della funzione motoria e cognitiva.

La visita Fisiatrica ha come obiettivo individuare un progetto riabilitativo personalizzato e le cause del dolore. Ed è rivolta a tutti i pazienti a partire dai 14 anni che lamentano dolori dei tessuti molli (dischi, legamenti, tendini e nervi).


Le visite durano circa 45 minuti. Dalla visita possono sorgere indicazioni per l’uso di ausili ortopedici (busti, plantari), indagini strumentali (Radiografie, RMN, Ecografie ecc) o interventi chirurgici. Alla fine della visita viene rilasciata al Paziente una relazione Fisiatrica con le eventuali indicazioni (esami, prescrizione di farmaci, ausili ecc).
Dolore al rachide (cervicobrachialgia, lombosciatalgia, dorsalgia)

  • Dolore alle articolazioni (coxalgia, genalgia, perigastrite scapolo-omerale, tendiniti)
  • Alterazioni postulai
  • Emiplegia
  • Disabilità delle malattie midollari o dei nervi periferici (tetraplegia, paraplegia, paresi facciale ecc)
  • Disabilità da malattieneurologiche degenerative (Parkinson-SLA-Sclerosi multipla)
  • Postumi di interventi chirurgici cerebrali o sul rachide
  • Postumi di fratture
  • Osteoporosi
  • Disfagia oro-rafingea (alterazione della deglutizione)

Alla fine della visita viene redatta una relazione fisiatrica che viene rilasciata direttamente al paziente, unitamente alle prescrizioni di prestazioni di fisiocinesiterapia o eventualmente insieme alle indicazioni per esami, prescrizioni di farmaci o ausili.

Visita fisiatrica specialistica
Visione esami
Valutazione disabilità
Infiltrazioni
Stesura progetti riabilitativi
Valutazione neuropsicologica
Rieducazione neuromotoria
Terapia manuale
Rieducazione posturale
Terapie Fisiche (Laserterapia, tecarterapia, onde d’urto, ultrasuonoterapia, Elettroterapia antalgica, magnetoterapia)